Ho 30 anni e vivo a Budrio da sempre. Ho studiato prima a Bologna, poi a Forlì e a Parma.
Dal 2016 sono libera professionista e lavoro come project manager nell’ambito della comunicazione e dell’organizzazione di manifestazioni ed eventi.
A 17 anni, insieme ad altri giovani del territorio, ho fatto nascere il Partito Democratico di Budrio e sono stata poi eletta in Consiglio comunale per due mandati. Dieci anni in cui ho preso sul serio questo impegno e mostrato cosa deve essere la politica locale: ho approfondito molto i temi amministrativi e promosso progetti, sempre insieme ai cittadini e alle associazioni attraverso l’ascolto e il dialogo continuo. Anche dai banchi dell’opposizione non sono mai mancati l’impegno per Budrio, la voglia di conoscere e rispondere ai bisogni della comunità e l’attenzione ai problemi del paese e delle frazioni.
Da quasi due anni, grazie alla collaborazione con Margherita, è entrato nella mia vita Sbrodeghezzi, il progetto digitale che abbiamo ideato e in cui parliamo delle nostre grandi passioni: i libri, l’editoria e la cultura. Così abbiamo conosciuto (e anche coinvolto) nuove realtà e nuovi autori, il cui sguardo ci aiuta a comprendere il presente e a immaginare il futuro.
Nel 2019 mi sono fatta carico del recupero di un casello ferroviario abbandonato, all’ingresso di Budrio, che è diventato un piccolo ‘rifugio’ per lo studio e il lavoro e che, superata la pandemia, sarà sempre di più un luogo di incontro e scambio di idee.

Sono convinta che con l’ascolto, la collaborazione e la fantasia possiamo costruire progetti che rendano Budrio il posto in cui ci piace vivere.

 

Curriculum vitae | Casellario giudiziale

Sono stata selezionata insieme ad altre 12 persone in tutta Italia dal Forum Disuguaglianze Diversità e Ti Candido – Il potere della democrazia.

Su oltre 70 candidature hanno scelto di sostenermi, attraverso la campagna Facciamo Eleggere.

È un onore e un grande piacere, perché queste sono le storie di chi si impegna quotidianamente per il proprio territorio, spesso in modo gratuito e volontario, anche per superare vecchi schemi e modalità che hanno allontanato le persone, invece di avvicinarle alla politica.

Si può contribuire economicamente (con molta semplicità) alla nostra campagna elettorale scrivendo DEBORA BADIALI nel box “SCRIVI QUI SE VUOI LASCIARE UN MESSAGGIO”